The "Wind Factory" Awaits The Melges 24 Invasion At Melges 24 World Championship In Torbole (English & Italian)

The "Wind Factory" Awaits The Melges 24 Invasion At Melges 24 World Championship In Torbole (English & Italian)

Torbole, one of the venues most appreciated by the Melges 24's specialists, is preparing for what promises to be perhaps the most important event in the history of the one design produced by Melges Performance Sailboats. The World Championship, scheduled on the waters of tha Garda Lake between July 28 and August 4, will bring to the starting line 128+ crews: an unprecedented number for the class, which gathered 126 entrants for the 2006 World Championship in Hyeres, where the winner was Bete Bossini skippered by Nicola Celon.

Since then, the number of nations represented has increased from 15 in 2006 to 22 at this year's event, to underline the great success enjoyed by the Melges 24 internationally. Widely distributed, capable of embracing five continents - Europe, North and South America, Asia and Oceania - and constantly growing, as evidenced by the presence of numerous crews from Eastern Europe and the debut of Russia and New Zealand, absolute newcomer in the class.

Click here to read the full press release in English

Da sempre località tra le più apprezzate dagli specialisti del Melges 24, Torbole si prepara ad accogliere quello che si annuncia come l'appuntamento più importante nella storia del monotipo prodotto dalla Melges Performance Sailboats. Il Campionato del Mondo in programma nelle acque trentine del Lago di Garda tra il 28 luglio e il 4 agosto prossimi, vedrà infatti allineati sulla linea di partenza centoventotto equipaggi, un numero senza precedenti per la classe, che in occasione del Mondiale di Hyeres del 2006, vinto da Bete Bossini di Nicola Celon, aveva radunato centoventisette scafi.

Rispetto ad allora è aumentato sensibimente il numero delle Nazioni rappresentate - da quindici a ventuno - a indicare il grande successo di cui gode il Melges 24 a livello internazionale. Una diffusione capillare, capace di abbracciare ben quattro continenti - Europa, Americhe, Asia e Oceania - e in costante espansione, come dimostrano la presenza di numerosi equipaggi provenienti dall'est Europa e il debutto di russi e neozelandesi, new entry assolute nella classe.

Clicca qui per la versione completa